Google+ Followers

Saturday, 15 January 2011

La Bambola Cadavere, i Morlitos e i cerchi di piedi /// Ricostruzione di un fine settimana autunnale

Venerdì 15 ottobre 2010, LinFante aveva suonato allo Sticarci di Bologna, prima di Sig. Sapio. Da tradizione, feci la locandina. Postai il tutto qui.
Solo ora, invece, posto tutto il materiale visivo che uscì da quel week end. È tantino. Avevo la mano felice proprio, quel week end (merito anche della goduria d'avere un carnet di simil velluto bordeaux tra le mani, gustosto gustoso - made in Cremonapalloza, per altro).

Le immagini iniziano dal viaggio in treno insieme a Federica Orlati. Chi è questa mia boccolosa amica ho cercato di spiegarlo sotto. Aggiungo solo che spesso si accompagna di bambina macchina fotografica e che gli scatti di quella sera potete vederli sul sito di Noiseville.



Questo tizio che emerge biblicamente alla luce è Piero. LinFante è convinto che sia Gesù. Anni fa, altri erano convinti che LinFante stesso fose Gesù. Mah... A ogni modo, una cosa certa, invece, è che Piero sia poli-boom! La parola poli-boom mi è appena scivolata dalle dita per caso, però credo che mi sia venuta in mente perché Piero suole esplodere in svariati contesti. Dietro Sticarci c'è lui, per esempio. E più sotto nella pagina spero di averlo ritratto abbastanza decentemente perché lo riconosciate anche alle armi sonore, per Sig. Sapio.

Questo, naturalmente, è LinFante.


Questi, invece, sono i bozzetti che ho fatto durante lo spettacolo di Sig. Sapio.


Dopo il concerto, oltre all'ennesimo LinFante e alle mani di Federica, ho tentato di nuovo di ritratto quella pupattola di Linda Morla. Per adesso sembra che non ci sia verso, però: non sono soddisfatta.
Ci tengo a precisare che tutti 'sti ritratti sono seriosi seriosi, ma quella sera la ricordo come una di quelle in cui ho riso di più (emh, non da sola... Non del tutto...). Morla + LinFante + Federica sono un ottimo cocktail psichico esplosivo. Non avevo dubbi! :D
Ci tengo pure a ringraziare again i Morlitos, che hanno ospitato me e Federica. :)

Chiudo con il ritono in treno, in solitaire, con la testa a girare chissà dove.


Adoro come i treni mi facciano pensare.
Credo di averlo già scritto mille volte, su questo blog...


Rock your soul!

(...E ora vediamo se con questo post riesco a far passare la febbre a Federica, che sono giorni che è più bambola katafere del solito!)

7 comments:

federica said...

Eta, tu già sai. <3

Eta said...

Jesusmile said...

poli-booom!!! vi aspetto al prossimo concertino domestico...senza febbre che già stiamo messi malino da ste parti. abbracci vari, ciao

Eta said...

Venire sarebbe una figata! ;)
POLI-BOOOOOOOOOM! :D

ribbon. said...

oioiiiiiiiiiiiiiiiii
che figata

Anonymous said...

"perdo troppe occasioni e spesso spreco anche quelle che non ho perso..."

D.

Eta said...

@ ribbon
Ui! Grazie :)

@ D.
:°(