Google+ Followers

Friday, 25 September 2009

E vedrai... Guariremo, guariremo, guariremo...

Ho passato il pomeriggio del 24 settembre a sistemare un regalino per un amico lontano.

Ieri Stefano ha compiuto 22 anni. Ha appena iniziato il suo anno di Erasmus a Barcelona con la sua Dea Lindosa. Per altro, mi ha scritto che giusto il 24 settembre a Barcelona c'è stata la Mercè... che non so esattamente in che consista, ma è la festa più importante della città!

Sta di fatto che dovevo trovare un dono che viaggiasse anche nella magica rete.

E si dà il caso che avessi una piccola animazione nel cassetto, così mi è bastato giusto un po' di pasticcio in After Effects per confezionare la mia sorpresa.

...Così, ecco qui un trailer per il vicinissimo Duende, il nuovo album che dei suoi Sydrojé.

Sydrojé - Trailer of "Duende" (their new album) from Eta on Vimeo.


La canzone che ho scelto è Bacche, rabbia e alcol, che amo particolarmente.
Nel testo, adoro immaginare queste due creature che si aiutano vicendevolmente, come paradossalmente facendosi forza l'un l'altro proprio dei rispettivi cedimenti...
Per tutti i mesi e mesi e mesi che l'ho ascoltata, le immagini che balenavano nella mia mente erano molto diverse da quelle dell'animazione. Eppure, quando mi sono ritrovata ad accostare quel brano a quel video... forse mi sono innamorata proprio del contrasto. La musica è livida e scura, invece il video è chiaro e... di una tenerezza immane. Questo mi ha convinto.

So che può sembrare che me la canti e me la suoni da me, ma, poco importa, adoro quando mi accade questa cosa di innamorarmi delle mie stesse creature/creazioni. E anche stanotte, per esempio, guardando quell'elefantino, vorrei averlo qui, accarezzarlo, oppure vorrei io giocare su quella giraffa, camminare lungo una spiaggia?
Questo desiderio irrealizzabile... è una tortura così dolce...

16 comments:

Gary Coopo said...

ma lo vedi che sei tenera?
:)

Andrea Settimo said...

Cacchio cacchio!
Brava brava!

Grande invidia!

Morgana said...

Meraviglia...

Eta said...

Grazie a tutti! :)

@ Gary
Mai negato! :) Lo sono a livelli ripugnanti!!

@ Andrea
Non invidiare, razza di scemo. Sono sicura che ci azzeccheresti perfettamente anche tu, basta saper usare un po' After Effect! ;) Dai dai... SPERIMENTA!!! ;)

@ Morgana
Sono stata ispirata dai parpapelli... Ghi!

Andrea Settimo said...

che programma è?

Eta said...

Come Photoshop e Illustator, è un programma della suite dell'Adobe. Lo si use per moltissime cose nella post-produzione di video e, appunto, per certi tipi di animazioni. Se vai sul mio canale di YouTube troverai un paio di esercizietti (i titoli di testa) in cui ho usato la tecnica della motion graphic, sempre con questo programma...
Per l'animazione di questo post, per esempio, in breve, ho fatto così... Ogni disegno che vedi l'ho prima fatto a mano, solo i contorni, naturalmente. A Photoshop li ho scontornati e li ho riempiti con quelle texture... Similmente ho fatto gli sfondi. Poi - qui inizia After Effetcs - ho semplicemente messo "uno dopo l'altro" i disegni, ma con delle dissolvenze tra l'uno e l'altro (ovvero cambiando l'opacità...). Così per le tre sequenzine. Le ho prese e le ho messe una dopo l'altra. Inizialmente, i disegni erano tutti "totali", come nella seconda sequenza, quella in cui l'elefantino sale sulla giraffa. In After, però, ho potuto simulare quei "movimenti di camera", cioè stringere o allargare il campo e muovendolo, diciamo...
Emh, non so sono stata chiara! Chiedimi pure tutto quello che vuoi, però! :) Io non sono un genio con questo programma, ma finchè posso aiutarti lo faccio volentieri!

Morgana said...

Anche io voglio guarire, comunque.

Eta said...

L'elefantino però non è che guarisca. E' una bella illusione...

giulia sagramola said...

bravissima! bello! :D

Eta said...

Merci, Giulia! :D

Antonietta said...

Quindi non si guarisce?

Eta said...

Questa domanda è troppo difficile.

Antonietta said...

Bhè, Biagio ha disertato.
Povero Biagio...

Eta said...

La prossima volta ti registro
("Chetati, Bambocciolo...")

David Chance Fragale said...

quanto mi piace quell'elefante aggrappato al collo della giraffa...

Eta said...

Ghi. Grazie Maestro.