Google+ Followers

Friday, 16 October 2009

La bambina ninja e il sogno.

Si chiama Elisa Cristantielli e ha un sogno.
Pensandola, la ricordo in due modi:
1. Tra le nuvole, sicuramente a fantasticare su di esso.
2. Investita dal pathos, intenta a realizzarlo, o a raccontarlo.
E' così ostinata sulla sua strada, che non posso che associarla alla volontà di un ninja, per capirci.
Questo è il primo motivo per cui la stimo profondamente.
Il secondo sta nella sua rara capacità di aver conservato lo sguardo puro, che ancora può stupirsi. So che sarà felice se la paragono ai bambini, in questo senso.

...Queste due qualità, effettivamente, sono il nutrimento mentale che le serve. Se volete rifarvi gli occhi con i suoi gioiellini, qui ci sono delle sue animazioni.

Avendo il privilegio di averla come compagna di corso, (anche) oggi pomeriggio le ho provato a rubare l'anima. Devo dire che questo furto mi ha soddisfatto particolarmente.


Chi segue il blog forse la ricorderà per il giochino delle 10 cose. Spero che se lo ricordi anche lei, però, perchè io lo sto ancora aspettando... Per un ninja mica si fanno amnistie, vi pare?

6 comments:

Andrea Settimo said...

io sul giochino ho avuto una crisi di identità al numero 10, ed è ancora pagina vuota.. :(

Eta said...

...Eta sa aspettare.


:P

Hahaha, sto diventando una persecuzione!!!

Bambina ninja said...

bambina ninja......è il soprannome più bello che io abbia mai avuto...:") grazie....

Eta said...


Devi ringraziare te stessa: come non accorgersene? Ben più duro è guadagnarselo, manoiselle.

federica said...

Il furto ti è riuscito bene, già.

Eta said...

In effetti è uno dei miei prediletti! ;)