Google+ Followers

Sunday, 25 September 2011

I WANNA MARRY MY COUSIN!

Se la vera me è quella della scultura di Greta del post precedente, il vero Carmine Caletti è quello qui sotto. E siccome io lo so, lo amo anche nella veste di questa vita attuale, in cui non si concede su un palco a rockeggiare come vorremmo, ma FA SOLO FINTA di essere un po' più nerd e lascia se stesso élitariamente solo a chi, diciamo, ha un'immaginazione fervida almeno un po'. Io sono generosa e "denudo" (vi piacerebbe) Il Vero McA per tutti voi... pubblicamente... ora!


E, sì, Carmine, sono una lurida stronza, perché questo disegno me lo sono tenuto.
...Non è vero, l'ho solo scordato sulla scrivania, te lo dono la prochain fois.
Per farmi perdonare, ti dedico la mia canzone ossessione della giornata.
Ah, ecco, nel caso non riesca a sposare né Devendra Banhart né mio cugggino, vorrei sposare Justin Hawkins dei Darkness. Sì, esatto, quello lì che voialtre stupide sbarbine poco rock ritenete bruttissimo. E, sì, quello che voi conservatori considerate un pivello pop da emtivì. Io lo adoro e non ho nessunissima voglia di sentire le vostre stupide lagne non abbastanza goderecce e troppo noiose. Ruack!

Saturday, 24 September 2011

Bad timing


Asdru The Sexy Cat

Ieri sera ho letto una notizia scema che parlava di Barely Feral, un tumblr di "foto porno con gatti per gatti".

Così, stanotte ho fatto questo sogno in cui ero preuccupatissima, perché ritrovavo il gatto di mia Nonna, Asdrubale, su una di quelle pagine. Un sogno del tutto paragonabile a quello di un padre che, facendo un web tour trasgressivo di nascosto, trova tra le *star* anche la propria figlioletta... Quale disonore e vergogna!
Sogno vividissimo, poi! Sono rincuorata di sapere che non c'è niente di vero (emh, a meno che il mio gatto abbia davvero una seconda vita che non conosco...).
Il fatto è che Asdru è davvero maledettamene sexy, sìsì, io e mia cugina Mary l'abbiamo sempre sostenuto. Poi è anche un po' stronzo, il che lo rende inevitabilmente adorabile.

  
Ma la vedete quell'espressione da duro sciupafemmine che c'ha?
Che maschio. Che maschio!

Emh. Scusate.
Che razza di sogno idiota, comunque.
Non potrei sognare pure io l'apocalisse?

(Con questo post spero di pareggiarmi un po' anche io con le mode attuali. In Internet, indubbiamente, i gatti sono la cosa per cui impazzisce più gente - per non parlare di una manciata d'amici miei che sono da ricovero... E per non parlare di Nyan Cat, che è decisamente il mio meme preferito!
Lunga vita a Nyan Cat.
Stanotte però spero di non sognare Asdrubale con un arcobaleno che gli esce dal c**o!)

PS Reminescenza dell'ultimo momento. Nel sogno, in qualche altro momento, lo stavo accarezzando su quei bellissimi rotolini bianchi e dicevo a mia mamma:
- Sembra bufalina!
In cui, trattandosi di sogno con lessico a caso, intendevo dire che sembra "stracciatella di bufala" (quel formaggio pugliese oscenamente squisito...).
Dah!

Friday, 23 September 2011

Me?!



Vi prego, aiutatemi. Cosa mai posso dire io?!
Intendo...
Mettetevi nei miei panni...
È troppo!
Greta me l'aveva fatto capire che quando sarei finalmente andata a trovarla ci sarebbe stata una sorpresa per me... E io già capivo che si trattava di qualcosa frutto delle sue manine. Questo era chiaro. Ok.
Ma.
A parte la caccia al tesoro, che benché ambientata nel suo microscopico adorabile MONOlocale, è durata almeno dieci minuti... Per poi concludersi nel forno, dove la sorpresa troneggiava indisturbata...
Sto scrivendo in modo disconnesso, lo so, ma sfido voi a dire qualcosa di sensato dopo che...
Dicevo...
Cioè...
Greta mi ha fatto questo piccolo totem che mi ritrae.
E io cosa devo dire?
Essere rappresentata così... potrebbe essere un ottimo motivo per resistere sulla Terra! Una bella overdose di autostima, vi dirò - e, credetemi, a volte scarseggia anche quella. In quei giorni, poi, c'era carestia piena. Così ora posso guardare questa sculturina strepitosa e pensare che, in una qualche dimensione, sono io, o sono quello che posso diventare. Anzi, Greta è stata brava da matti, perché... ha rappresentato in modo terribilmente preciso ciò davvero vorrei essere. Quella è la mia idea di felicità.

Grazie, Greta, con tutto il cuore, mai abbastanza.
Spero che, come in una magia, ora questa "cosa" sia depositata a salvaguardarmi dentro le costole, spero che sia ciò che rimarrà di me quando sfumerò via.
Intanto, di sicuro, Greta è dentro di me.

*Grazie a DCF per le foto!*

Thursday, 22 September 2011

Chi siamo? /// Stesa




Questa è la foto con cui quest'anno partecipo alla mostra fotografica dell'Associazione Culturale Territori e Paradossi.

Un grazie gigante a Ribbon, che mi ha dato un bel po' di suggerimenti preziosi. La reazione che ha avuto d'impatto mi ha preso - voglio condividerla qui...:


Siamo città e siamo case
Siamo le persone che vivono dentro quelle case
Nelle nostre intimità
Dietro a quelle finestre con le luci accese
Siamo gli odori dei panni che stendiamo
Usiamo lo stesso detersivo ma odoriamo in modo diverso
Le nostre case odorano in modo diverso

...Questo mi viene in mente.



L'esposizione andrà da sabato 8 ottobre a mercoledì 19 ottobre, presso gli spazi espositivi del municipio di Favaro Veneto (Ve). 

Inaugurazione sabato 8 ottobre, ore 18.00

 Orari d'apertura:
domenica 9/10 e domenica 16/10 ore 10.00 - 12.00
sabato 15/10 ore 10.00 - 12.00
dal lunedì al venerdì ore 10.00 - 12.00
martedì 11/10 - martedì 18/10 - giovedì 13/10 ore 17.00-19.00
 
Qui l'evento su Facebook.

Tuesday, 20 September 2011

Monday, 19 September 2011

Stanchezza e idiozia in diretta da L'Ultima Sessione!

...Tra poche ore darò l'ultimo esame di questo benedetto Triennio di Media Design.

La Tradizione vuole che a ogni sessione di esami, nei momenti meno opportuni possibili (tipo ORA), io e John diamo sfogo al Tamarro che è in noi. E facciamo un air album.
Potevamo non rispettare il rito proprio durante la nostra ultima sessione?!
In diretta dalle nostre occhiaie, ecco a voi il nostro capolavoro psych folk!


...Bene, tra poche ore potrò entrare in fase nostalgica. Per adesso non vedo l'ora di levarmi tutto e poter pensare alla mia bramata tesi. Guai a chi fa domande sul futuro, però. Quando saprò, dirò. Siamo (noi Ete) in crisi nera. Ma stiamo facendo finta di niente e al momento va bene così.
Kisses

PS Siete tutti pregati di notare il neo FINTO sulla guancia di Gianvito. Gianvito, sei un bluff. Mica come me, che il neo ce l'ho vero perché sono stilosa inside! Ecco. Va be'. Era tutto un giro di parole per dirti che, comunque, nonostante la tua puzza, ti voglio bene... Brutto idiota.
Lunga vita a Jente Seria!

Friday, 16 September 2011

Kodama l'inverno

 


Dopo qualche mese e un po' di inciampi nell'aldiqua, ecco le foto che scattai all'inaugurazione de Il Bosco di Kodama, alla Specie di Spazio, il 12 febbraio 2011.

I love you, Anna
!

 
 

Monday, 12 September 2011

Seven Deadly Sins


Decisamante sì, ci stiamo prendendo tutti gusto, con questo "gioco".
Chissà per quale motivo (provate a chiederglielo...), David ha deciso che questa serie di foto rappresenta i Sette Peccati, dopo di che passerà ad altre serie di sette-qualcos'altro (che non mancano, in effetti).
Ha chiesto a ciascuno di noi che peccato si sente.
Superbia, avarizia, lussuria, invidia, gola, ira, accidia.
Si aprono i voti, voi cosa ci suggerite?
(Sì, questa cosa, più che un'operazione artistica, sembra un residuo di test estivo da parole crociate... Ma il fatto è che voi non conoscete l'importanza capitale dei Giochi. Chiedete a Federico Fronterrè... Egli sa. O ad Andrea Riboni, che è il maestro originario vergognosamente infangato dall'allievo prediletto... I miei amici sono dei samurai decaduti, non ve l'ho detto?)

Va be', era tutta una scusa per postare altre due foto extra che mi divertono troppo (e che, forse, rappresentano meglio i due vizi che sento più miei - praticamente opposti, per altro: viva la schizofrenia...).


Ovviamente entrambe le foto sono ancora di David Fragale.
(Grazie, di nuovo, ma ancora :P )

PS: Non abbiamo vinto Basta un minuto!, i vincitori li trovate qui, anche se ancora non si possono vedere i video - me curiosa! :)

Friday, 9 September 2011

Ho scoperto che ho il dono dell'ubiquità

Mentre io continuo a trascinarmi lo zaino sudato con Mac e hard disk per i Navigli e do esami su esami (sono all'ultima sessione prima della tesi! Tenere duro!), scopro che i miei disegni, insieme a quelli di Renato Florindi e di DCF, se ne vanno in giro "da soli" per Bologna...






...Chissà chi è stato! :]
(Thank you, my friend)

Wednesday, 7 September 2011

Identità fluide

Dopo Renato Florindi, dopo Anna Cigoli, dopo me misma, dopo Alice Seghetti e dopo le varie mille azioni non catalogabili dipanatesi nel nostro spazio preferito, ecco una mostra fotografica a tre crani femminei!

IDENTITÀ FLUIDE
foto di Giulia Grandi, Giulia Voltini, Sofia Labadini
a cura di Federico Fronterrè
Inaugurazione sabato 10 settembre, alle 18
piazza Roma, 36 - Cremona
 

(In via del tutto eccezionale, causa sessione d'esami insostenibile, ci saremo anche io e la mia stanchezza... Secondo me dovete venire anche solo per il titolo della mostra, comunque. Troppo fico. Yep.)

Sunday, 4 September 2011

Divieto di caduta


Sarebbe carino cadere per un po'. Così, senza spiegazioni. Senza dover per forza allarmare gli altri. Cadere un po'. E basta. Magari con qualche buon'amica, come Jul-&-Orly-mi-mancate-troppo-anche-voi, tipo. Poi ci si rialza.
Bah.
Sembra non si possa.
Siamo fatti in un modo buffo.
Stupido animale sociale del cazzo, quanti problemi che ti fai.

Basta 1 Minuto: contro la discriminazione razziale nello sport /// Everyone

Nella frenesia del mood estemporaneo di quest'estate, a volte le cose fatte si dimenticano pure... Così, sono dovuta ricapitare addirittura per puro caso (!) sul sito di Videominuto per scoprire che io e David Fragale siamo tra i finalisti del concorso Basta 1 minuto: contro la discriminazione razziole nello sport.
Il nostro video s'intitola Everyone.

Alle 21 di giovedì 7 settembre ci saranno le proiezioni di tutti i partecipanti al nostro concorso, presso il Cinema Odeon di Piazza Strozzi a Firenze.

Sabato 10, invece, all'Anfiteatro del Museo Pecci di Prato, ci saranno le proiezioni solo dei finalisti, sia del nostro concorso che di quello annuale di Videominuto, ossia 1.000 euro per 1 minuto.
Sarà anche la serata delle premiazioni.


In entrambe le date io sarò qui tra Cremona e Milano a dare esami e nemmeno David sarà presente, ma non è un buon motivo per non promuovere l'iniziativa anche sul mio blogghino... :)

Da qui potete scaricare il catalogo dell'intero festival Videominuto 2011.

Se non abbiamo un altro attacco di amnesia grave, tenterò di aggiornare il blog sul concorso.
(Ah, cercasi segretariatuttofare. Pago in ritratti dal vivo. Cotti per bene si possono pure mangiare.)

PS: Giusto giusto di Prato (città in cui non sono ancora rotolata, per altro) ne parlerò presto: La Stanza Segreta sarà lì! E io e i miei ammmici con lei, per la gioia della nostra nana preferita, Ribbon, che è una delle creatrici del progetto. Viva le Ombre!

Saturday, 3 September 2011

Cercando




(Queste due creature rispondono (se siete fortunati)
al nome di Alessia Caterina Degani e David Chance Fragale.)

Friday, 2 September 2011

I miei pantaloncini da boxe



Avevo comprato i miei pantaloncini da boxe da circa un mese, "in montagnola", a Bologna. Sono viola lucido ed enormi. Questa foto me la fece Vanessa Anzoni (dieci baci a te, amica mia). Io avevo quindici anni da poco, lei ne aveva ancora quattordici. Un paio di anni dopo li amai ancora di più, quei pantaloncini da boxe. Per ragioni strane, mie: un paio di anni dopo arrivò l'industrial rock, arrivò la new wave, arrivarono anche i Lividi... A diciassette anni.


Con quei pantaloncini da boxe inizierei un viaggio*, da sola.
Ma prima che io inizi un viaggio del genere, scriverò ancora molti post.
È presto, se mai arriverà il giorno...
Intanto vivo la stagione dell'imminente.

(Quel viola lucido, comunque, sotto sotto resta glam...)



PS: Non sono mai stata una sportiva: ci sono troppe cose che amo più della mia salute (un giorno capirò quanto è cretina questa frase, lo so). Però ho avuto, diciamo, delle sbandate. Di una di queste conservo un sacco da kick boxing in cantina. Chissà che non riesca a tirarlo fuori a breve. In alternativa, potrei fare qualcosa molto à la Forrest Gump, a proposito del viaggio di cui sopra: pochi mesi prima di quella foto, correvo tanto e correvo a lungo. Forse avevo qualche carta, ma ci ho disegnato sopra...



* To sempre viajando, meu trabalho é ajudar os outros a viajar e quando durmo, sonho em viajar. É tipo uma obsessão, uma doença. Argh.