Google+ Followers

Sunday, 27 June 2010

Finalmente ho un amico vero!


Ops, questa volta arrivo proprio in ritardo a postare la locandina: il concerto era... l'altro ieri. Ma era a Sant Feliu (Girona), per cui che il mio blogghino porti lì qualcuno è un po' duretta, credo.

E adesso un indovinello.
L'amico vero del titolo é:

1. Questo losco figuro:


2. Lo straordinario regalo del losco figuro, ovvero la materializzazione del mio adorato fantasmino Pic?


Notare: mi ero appena intrippata a volere un marsupio (proprio mentre disegnavo il canguro della locandina) e - telepatia! - la mia adorata Michelle torna dall'Argentina portandemene uno!

Ete

1. Sì, sono egomaniaca.
2. Capire come mi vedono gli altri può essere buono (per capirmi ulteriormente, per capire gli altri, per curiosare nel segmento di distacco tra percezione del sé sul sé e percezione degli altri sul sé).
3. Vedere uno stesso soggetto interpretato da diversi autori è sempre interessante e divertente.
4. Ho realizzato di avere diversi ritratti fatti da altri, perché mai non raccoglierli, eh?!
5. Sharing, wohever.

Grosso modo per questi cinque motivi, ho creato una piccola gallery su Flickr: Ete.

Un super grazie a tutti quelli che si sono cimentano con il mio nasastro e mi hanno fatto questo piccologrande regalo. ♥

Friday, 25 June 2010

Mr.Blond's Mygeneration 80-90

Che ci piaccia o no siamo nati e cresciuti a "merendine e televisione".
Gli istanti della nostra vita sono stati scanditi fin dall' inizio dal continuo flusso di informazioni emesse da questo speciale elettrodomestico, all'interno del quale sono racchiusi gran parte dei nostri ricordi.
Sia nel bene che nel male questa fredda scatola nera ha contribuito alla nostra educazione e formazione, ed è attraverso i suoi suoni e le sue immagini che si può descrivere la mia generazione.



Quell'iperattivo di Mr.Blond, aka Mattia Guolo, amico e compagno di corso, ha realizzato un progetto fotografico che mi ha convinto davvero moltissimo, dall'impostazione al trattamento degli scatti.
Nella galleria MYGENERATION e nella galleria Ride the Bunny be Creative di Flickr potete scorrere tutti i ritratti che realizzato.
Aveva chiesto anche a me di prestarmi, portandomi un oggetto a cui tenessi: sono arrivata con il mio fedele cappello di feltro e le mie scarpette rosse e alla fine Mattia ha tenuto queste ultime.
Sono logore fino ad avere un'enorme buco che trapassa l'intera suola, poverelle, ma le adoro. Come quasi tutte le cose che indosso, anche loro hanno la loro piccola storia: erano della mia splendida mamma! (In teoria lo sono ancora, ma io sono una ladra provetta, bwhahaha!)



...Che poi, che buffo, esattamente ogni singolo elemento che porto in queste foto poteva essere il prescelto. Dovrei smetterla di farmi possedere da ciò che posseggo.

A proposito di storie dietro agli oggetti, guardatevi il mitico corto che ci venne mostrato al primo anno, dal professore di sceneggiatura: Emilie Muller.

Thursday, 24 June 2010

Cosine da un paio di eventi passati

Sul canale di 7note, c'è il video della nostra serata L'ultima cena del Bianconiglio.
Da guardare anche solo per la divina Tamara che danza. (E vale soprattutto per me, che, possa venire maledetta, con quella testa di matita che portavo me la sono persa!)
Grazie ancora, folks! :)

Qui, invece, un paio di foto dalla mostra fotografica Legami.

Sunday, 20 June 2010

L'es-pansione del c/dolore


Soggetto appuntatomi mesi fa, solo ora ho avuto una buona scusa per realizzarlo - per Roberta e per Manco.

Era tanto che non mi sfogavo con la mano in modo così libero (il contrario della tavola di ieri, calibrata con l'acquerello).
Era tanto che non usavo i mitici pastelli a cera acquerellabili che divoravo anni fa.

Non nascondo che, creandolo, avevo in testa una mia illustrazione della fine del 2007, The Great Below*, in assoluto uno dei disegni miei che preferisco. Indelebile nella mia testa il modo in cui l'ho buttato fuori. Classica pedalata a duecento all'ora, a Cremona, alle 7:45, casa-liceo artistico. Nelle orecchie, dal lettore mp3, i Nine Inch Nails. Inredibilmente, arrivo a scuola in anticipo, classe deserta. Sapevo alla perfezione cosa volevo e cosa avrei ottenuto, piena di duende fino a scoppiare (decisamente una mattina duendosa, non c'è storia). Fatto, bam. Per una volta senza dietro nessuna richiesta, in modo del tutto libero.

...Dopo quello, avrei potuto fare otto milioni di disegni copincollati, con quella formulina lì, ma la mia curiosità mi fa sempre saltare da una tecnica all'altra, non c'è verso. E mi piace così. Dopo anni, però, avevo bisogno di riprendere un po' quella linea...

Saturday, 19 June 2010

Vi presento Sonia D'Anzi

Pic e Sigh qui non sono nuovi, lei nì: ci lavoro da oltre un anno, ma purtroppo mi ci posso dedicare di rado.
È la protagonista di una graphic novel, Uteri, Scheletri e Fantasmi.

Questa è la prima illustrazione che credo si possa avvicinare graficamente ai toni che vorrei dare all'intero fumetto.


(La scansione non è delle migliori...)

Mi sono divertita molto per scegliere il suo nome e ora Sonia D'Anzi la rappresenta perfettamente.

Sonia porta con sé una suggestione esotica, forse un po' lasciva, sicuramente femminea. Ma deriva dal russo - e quindi freddo e rigoroso - Sonja (a sua volta un'evoluzione di Sofia, che, com'è noto, sta per conoscenza).
C'è un assonanza con suono e con sogno.

D'Anzi, invece, è un cognome molto italiano. La z e la sua breve durata fulminea compensano la dolcezza del nome, rendendolo pieno di energia ed eleganza. È usato sia al Sud che al Nord, ma ha radici nobili. Anche il suo suono ha qualcosa di altezzoso, in parte perché si può trasformare in un imperativo: Sonia, danzi! E qui, infatti, sta anche la mia preghiera di sua madrina:

Ti prego, Sonia, danza e prendi vita, non morire tra i miei schizzi...

Sempre perché siamo stupidi...

Ma d'altronde, con la scusa dello stress da esami, chi può criticarci per questi sfoghi demenziali?

Ecco il nostro nuovo air album:


(Per chi si è perso le puntate precedenti di questi momenti demenziali, frughi nelle tag del post, ne vedrà delle belle...)

Thursday, 17 June 2010

Proteggi le mie cose, grande spirito del toro...


Ormai, al bel tour spagnolo-noisevilliano di LinFante con Thérèse, mancano solo un paio di date (salvo sorprese). Per diversi motivi, non abbiamo potuto pubblicare a tempo debito la locandina dell'intera gira, ma poco importa, in fondo noi volevamo un ricordo di questa stagione. E non mi interessa neanche il fatto di aver "sprecato" tempo per una cosa quasi "inutile" proprio in queste settimane a ridosso degli esami accademici. ...In questi anni, per fare gli artworks dei Sydrojé e di LinFante, già spesso ho dovuto fare i salti mortali tra i miei impegni. Ma se non fosse stato per queste locandine e copertine, sono certa che il mio percorso avrebbe preso un po' di muffa in più. Lo spazio che riservo al disegno, nelle mie giornate, è molto più ridotto di quello che vorrei: avere il "dovere" di sfornare spesso qualcosa per Stefano è sempre stato, per me, oltre che un onore, un'ottima scusa per mettermi la matita in mano e cercare sempre di abbattere i miei limiti, per spronarmi a evolvere e cambiare, divertendomi di volta in volta a dialogare con la sua poetica e impedendo alla mia di automutilarsi.

Di queste due locandine, per esempio, devo dire che sono molto contenta. Bado molto al rapporto che intessono con la musica, mi scoccia fare solo dei bei disegni su cui appiccicare delle scritte, voglio che ci sia sempre un'ammiccamento alle canzoni. In queste due immagini penso ci sia un bell'equilibrio, tant'è che anche LinFante stesso ne è felice.

L'unico problema è che ora anche io vorrei potermi nascondere tra le zampe dello spirito del toro! A volte l'immaginazione genera frustrazione...



Quest'ultima data la segnalano anche in quest'agenda barcellonese.

Sul sito di Noiseville, invece, foto e parole sulla serata con Siempre! al bar Macondo.

"(...) disperato nobile crepacuore (...)"

Monday, 14 June 2010

Il ritorno degli air album!

In questi momenti di grave stress da esami, escono le meglio perle.

Gentili scolopendre e scarabei,
dopo le demenziali performance di studio di febbraio con il mio ripugnante amico Gianvito Cofano, dopo i miei mitici air album dell'estate scorsa, sono finalmente tornata a produrre le suddette copertine di dischi inesistenti (roba mai sentita davvero, che stile!) con il suddetto amicofano.

...Girati, coglione!

Cambieremo la storia della musica.
Immaginate: Elvis che incontra Caparezza, che incontrano i Throbbing Gristle, che incontrano gli Ash Ra Tempel, che incontrano Fred Buscaglione, che incontrano Cristina D'Avena... Ecco, non riuscite a immaginare un cazzo, infatti...

Monday, 7 June 2010

Ti è venuto lo shopping compulsivo? Sei un collezionista di grattugie olografiche?

Questo è un post un po' logistico, miei cari e care.


Ovvero.
Io mi sto facendo arrivare le mie copie personali di:
- Manco (il portfolio a sostegno di Frigolandia con poesie di Luciana Manco, in cui c'è anche la mia drammatica illustrazione dedicata a quel tale... Andrea Michele Vincenzo Ciro Pazienza)
-
Hecho a mano (il primo minidemo di LinFante, tecnicamente solo per la Spagna, ma nel caso...)

Se per caso tra voi c'è qualcuno che è interessato ad avere qualcosa, quindi, dica pure a me, possibilmente in questi giorni (specie se si tratta di qualcuno a cui lo posso dare a mano io, così facciamo una spedizione sola).
Contattaemi qui sul blog, oppure con una mail:
maleta@alice.it
Così ci si mette d'accordo per i comequandodovequanto. :)
Oppure scrivete a lui:
stefano.scrima@gmail.com


E adesso un po' di cose più meno tecniche!
Alcune fotine dei live spagnoli del piccolo tour ispanico di LinFante...
Tutte rigorosamente scattate da Lady Lindosa Cì Morla, sua divina metà femminea.

Qui ad Alicante:

LinFantuzzo

La mia formichina e il mio cacatua ungulato in balia all'estero! :)


E qui a Valencia:
Siempre!



Bene, torno ai miei esami.
Baci sconsolati...
>:-(

Friday, 4 June 2010

Altre cosine per LinFante

Come ogni cantante italiano che si rispetti, anche LinFante si è fatto un minidemo per il mercato ispanico, hehehe! :P
Qui sotto il mio artwork, con suo piccolo intervento per la color correction digitale e per un altro dettaglio che su Internet non potete godervi: il titolo del minidemo, Hecho a mano, l'ha incollato a mano, per l'appunto, su ogni copia.

LinFante - Hecho a mano


Questa invece è un'altra locandina...

Tentando di ricordarmi chi sono... a Macondo

Un baciopensiero a chi azzecca qual è stata la mia minisuggestione per il titolino...

Wednesday, 2 June 2010

L'ultima cena del bianconiglio /// Testimonianze compromettenti



Come promesso, ecco un po' di foto dell'Ultima cena del Bianconiglio, lo strano evento di cui ho scritto qualche post fa...
Per qualche parola di più, vi rimando al blog dello Spazio Wunderkammer di David C. Fragale.

The Divine Tamara Fragale - foto di Eleonora Pegorini


Marina Brunetti, ai mostri, e io, nella mia testa di matita, a cercare di capire il senso della vita, oppure perché mi perdo via in eventi del genere quando avrei una marea di roba da fare... per poi rispondermi che il duende vince sempre! - foto di Eleonora Pegorini


Renato Florindi aka Skeletro379, il nostro sex symbol d'eccezione, l''unico e inimitabile (nonostante la spiccata somiglianza con Gian Maria Volonté) - foto di Marina Marinetti Sbrunetti


Il nostro strepitosamente ridicolo David Chance Fragale. Lo odio: anche io voglio i Baffi! - foto di Smarinetti Malisketti Brunetti

Marinetti Brunina - foto di... DCF... credo...

Anna Cigoli, intenta a dimostrare che lei, di noi, è quella più seria, matura e responsabile - foto di Marinelli Brunoshcki

Il Manichino di Fausto Merli e Federico Fronterré, abbioccati tutti e due alla loro ipnotica videoinstallazione - foto di Marinka B.

Le tre disgrazie, casualmente arancionere - foto di Laghina Biondetti

Un big big big grazie a tutti quelli che erano con me nel delirio, inclusi tutti quelli che, passando di lì, si sono aggiunti e hanno aggiunto tutto il loro Duende: il mio adorato Cugggino McA, Sonica, Ale, Axl, Vanessissima e la sua gonna in disfacimento e il Micio D., Anna Z., Brutto Cane®, Anna F. ed Emanuele, Irene, la Meri, Siria, Eva, Simona and Blue the little beautiful dog e poi tutti quelli che sbevazzano nel mio cervello ma si nascondono alla mia malandata memoria!

Tuesday, 1 June 2010

Legami



Ecco la bella locandina di Carlo Albertini ed Alessandro Scarpa per Legami, la mostra di cui parlavo in qualche post fa, organizzata da Territori e Paradossi.

Purtroppo anche quest'anno non sarò all'inaugurazione, essendo il periodo degli esami.

Ne approfitto per ringraziare Giuliano Brandoli, che mi ha invitato, e tutte le persone che mi hanno dato alcuni preziosi consigli: Elisa Cristantielli, Giulia Trincardi, il prof. Dallago, la mia magica Zia Mery e ancora la mia Mamma - e ovviamente mia Nonna. :)



Grazie a tutti!